APRITIBORGO ABC FESTIVAL CAMPIGLIA MARITTIMA
ApritiBorgo abc Festival Home Page ApritiBorgo abc Festival Home Page
  Programma 2010 ApritiBorgo abc Festival
  I Luoghi del Festival ApritiBorgo
  La Rocca di Campiglia Marittima
  Indicazioni per raggiungere Campiglia Marittima
 
 
 
 



ABC Festival APRITIBORGO 2013

Informazioni utili

Programma sintetico 2013

Programma dettagliato 2013

Sconti ai possessori biglietto di ingresso



Domande di partecipazione

Mercatino Artigianale

Mercato della "Via del Gusto"

Commercianti Centro Storico

Elenco ammessi

Biglietti-abbonamenti-pass
Autocertificazione da compilare per il ritiro dei pass
Servizio navetta
Programma dettagliato stampabile

Information
Information


>> Luoghi da Visitare
>> Strutture Ricettive
>> Ristoranti e pizzerie
>> Divertimento e Locali
>> Sport e Tempo Libero
Compagnie partecipanti Programma 2013

ABC Festival - APRITIBORGO!
Campiglia Marittima
11, 12, 13, 14, 15 Agosto 2013
direzione artistica: Terzostudio

Compagnie partecipanti:

CALENDARIO EVENTI
Appiccicaticci Art Klamauk Azione Teatro
Badabimbumband Be-Diesis Antonello Bitella
Paolo Borghi Osvaldo Carretta Compagnia Cadute dalle nuvole
Compagnia dell'Atto comico Doppio Incanto Duo Bucolico
Mago Chico Million Dollar Mercedes Naufraghi Inversi
Pepino e Fedele Luca Regina Scuola di scenografia dell'accademia di belle arti
Silvestro Sentiero Stoppino Teatri 35
Teatro Schabernack Giacomo Verde Vieniteloracconto


PRESENTAZIONE SPETTACOLI

 

APPICCICATICCI - “Improvvisazioni di strada” (dur. 30)
AppiccicaticciGli Appiccicaticci: gli irresponsabili del teatro. Improvvisazione come rischio, come ricerca continua, come esempio di pura arte estemporanea che nasce dalla fantasia e dalla curiosità di "esplorAttori" coraggiosi. Tutto lo spettacolo è fatto dalla commistione tra l'arte improvvisativa e il coinvolgimento attivo del pubblico che diventa protagonista in alcuni casi delle varie strutture di improvvisazione. Voi portate la vostra immaginazione, al resto pensiamo noi…

La Rocca (giardino)

 

ART KLAMAUK – “Gunteria Street Show” dur. 30')
Art Klamauk Dalla precisione di un orologio svizzero alla follia del mondo di Alice. La sedia che si trasforma in un tavolo coperto, pronto ad accogliere gli ospiti. Ci troviamo nella "GUNTERIA", uno spazio surreale dove parlano le gag, il mimo, il clown, il giocoliere, persino l'illusionista . Tutto si rincorre per l'intero spettacolo. Nelle sue mani oggetti quotidiani come scopa, sedia, piatti, carta igienica, tutto diventa parte di un mondo magico rendendo la vita quotidiana simile ad uno stralunato paese delle meraviglie. Un racconto comico e poetico che utilizza il linguaggio espressivo del teatro di strada, dove l'improvvisazione ed il contatto con il pubblico sono sempre presente.

Piazza della Repubblica, Piazza del Mercato

 

AZIONE TEATRO -“Improvvisazioni di strada” (dur.30')
Azione Teatro Un palco, un mago, e un pupazzo... e forse qualcuno a cui è abbracciato il pupazzo... Nicola e Andrea sono una coppia d'eccezione: un mentalista ed un ventriloquo. Lo show ha il retrogusto del vecchio cabaret, ma è ricco di novità ed effetti originali. Verranno presentati pupazzi esilaranti e numeri di mentalismo da lasciare a bocca aperta il pubblico, rendendo l'esibizione adatta ad un pubblico di tutte le età.

Poggiame - Piazza del Silenzio

 

BADABIMBUMBAND - “
Bandita” (dur. 35')

Badabimbumband E' quasi un rito da rispettare come le feste comandate, "Bandita" è lo spettacolo del 15 agosto che chiude la festa. Tutti insieme in piazza a cantare "Eccolo Maggio chioccola di pepe, si canta Maggio signori se volete. Eccolo Maggio piano piano piano, con l'acqua in grembo e le mezzine in mano. E bene venga Maggio e Maggio gl'è venuto! Uno spettacolo fresco, divertente, nuovo, leggero e ironico, epico e spiazzante, originale. Senza sposare un genere musicale ma capace di suonare musica per tutte le orecchie. "Bandita" è la musica da vedere.

Itineranti (via Buozzi, Piazza Repubblica, Porta Fiorentina) (solo 15 agosto)

“Opus Band” (dur. 35') (NUOVA PRODUZIONE)
Lo spettacolo non ha ancora un mese di vita ed è già un successo. "Opus Band" vi offre una inusuale confraternita di frati che giocano muovendosi come funamboli in equilibrio su un immaginario filo sospeso tra il sacro ed il profano, tra il Rock ed i canti gregoriani, tra il medioevo e l'era dell'elettrofunk. Con grande capacità interpretativa i musicisti trasformano l'elevata perfezione della Toccata in RE minore di Bach inquinandola con la sregolatezza di James Brown. Un Canto Gregoriano o una danza rinascimentale, "In Taverna quando sumus" improvvisamente diventano rock mistico-trascendentale con citazioni dei Led Zeppelin passando tra i dj contemporanei con disinvoltura e grande energia. "Opus Band" è un sapiente connubio di musica e teatro di strada, spiazzante e divertente, coinvolgerà il pubblico in questo breve "viaggio saxofonico sulla via per il paradiso".

Itineranti (via Buozzi, Piazza Repubblica, Porta Fiorentina) (solo 14 agosto)

 

BE DIESIS – “Girlesque Street Band” (dur. 35')
Be DiesisSedici giovanissime musiciste, provenienti da tutta la Toscana, che strizzano l'occhio alla Burlesque ma solo con qualche lontana reminiscenza. Suonano, ballano e giocano con la grinta e l'entusiasmo tipici di una street band che si rispetti, ma senza scordare la grazia e l'eleganza del loro universo femminino. Un progetto nuovo e accattivante nel panorama delle marching band!

Itineranti (via Buozzi, Piazza Repubblica, Porta Fiorentina) (11, 12 13 agosto)

 

ANTONELLO BITELLA - “Solodalvivo”
Antonello Bitella Chitarra acustica, flauto traverso, voce, loop station, danno vita ad uno spettacolo suggestivo in cui l'autore esegue le sue canzoni originali in un viaggio sonoro del tutto particolare. L'utilizzo della loop station permette al cantautore di creare canzoni dalla lunga durata: non solo le parole si fondono con la musica come nella tipica canzone d'autore, ma le sovraincisioni strumentali danno vita a suites musicali dove chitarra e flauto e voce possono cantare solisticamente o intrecciarsi, su una ricca base musicale costruita dal vivo. La forma-canzone si dilata.

Itinerario verso la Rocca

 

PAOLO BORGHI – “Magic Hang Music”
Paolo Borghi Finalista all'Italia's got talent 2011, Paolo Borghi sta conquistando l'Europa con la sua musica ipnotica, rilassante e raffinata. Trasporta il pubblico in un tunnel emozionale e distensivo. Seduto, con le gambe incrociate, le sue mani volano e saltellano sull'Hang, uno strumento a percussione inusuale, composto da due semisfere appiattite in acciaio temperato, come due scudi che uniti gli conferiscono una forma ad "ufo". I suoni metallici, ma caldi e delicati, affascinano gli spettatori, attratti dall'insolita musicalità della performance, per un vortice di sensazioni inaudite.

Via delle processioni - Piazzetta parte bassa

 

OSVALDO CARRETTA – “Maraviglia delle meraviglie” (dur. 30')
Osvaldo CarrettaAttrazione spettacolare di abilità artistiche, eccentriche, circensiche e non solo, della prestidigitazione, dei salti a terra e della strabiliante e inaccessibile "sbarra russa". Con l'aggiunta di battute di spirito generiche. "Maraviglia delle Meraviglie" oltre ad essere uno spettacolo di teatro di strada è anche uno spettacolo d'attore, i numeri e la abilità sono soltanto corredo o pretesto per le affabulazioni di Osvaldo Carretta, un ciarlatano d'altri tempi. Lo spettacolo si porta dietro il bagaglio delle costruzioni comiche degli artisti girovaghi della tradizione medioevale rivisitati in chiave moderna, coniugandolo con le abilità delle tecniche circensi e quelle dell'improvvisazione teatrale.

Piazza della Repubblica, Piazza del Mercato

 

COMPAGNIA CADUTE DALLE NUVOLE – “Dandelion" (dur. 30')
Compagnia Cadute dalle Nuvole Una bambola antica ed una moderna, perse nelle loro distinte realtà, finiscono per incontrarsi in un universo atemporale che permette loro di disfarsi delle convenzioni e peculiarità di ciascuna. Tra stupore, curiosità e incertezza si spogliano del loro vecchio essere e si uniscono in una nuova essenza. Il passato, il presente ed il futuro si fondono per dare vita ad un soggetto nuovo fatto di differenti passati e potenziali futuri. Abbiamo cominciato giocando con le bambole, abbiamo finito per esserlo.

Piazza del Mercato

 

COMPAGNIA DELL'ATTO COMICO – “Grimmanimal”
Compagnia dell'atto comico La musica pervaderà ogni cosa unita a racconti di micro teatro che iniziano e finiscono in pochi secondi per perdersi nuovamente nelle musiche. Un carillon vivente con il suo rutilante insieme di colori magicamente animato: prima uno poi due poi tutti i personaggi si muovono prendendo vita in una cascata inarrestabile e crescente di dinamismo... Né le melodie, né il racconto, né lo stile dei costumi è casuale, tutto ispirato alle fiabe dei fratelli Grimm ecco una esplosione di vitalità creativa e avvolgente, un carosello di forme e melodie che magicamente possano far rivivere la potenza del sogno.

Poggiame - Via degli scudi

 

DOPPIO INCANTO – “Di fame, d'amore e di libertà”
Doppio IncantoVoce di un popolo che con la musica ha scritto la propria storia. Un racconto della storia, dei costumi e delle passioni del sud dell'Italia attraverso la musica. Le storie cantate da chi ha scelto di essere fuorilegge quando le leggi sono state soprusi, sui passi di chi ha deciso di scrivere la propria storia con le sue mani.

Piazza Dogali

 

DUO BUCOLICO – “Duo Bucolico Show” (dur. 25')
Duo Bucolico Tornano a Campiglia con le nuove produzioni i cantautori romagnoli Antonio Ramberti e Daniele Maggioli, il mitico Duo Bucolico. I due autori scrivono brani a quattro mani, improvvisano vaniloqui verbali e narrano inverosimili storie, provocano e sollecitano continuamente il pubblico. Una furia ludica muove i loro concerti. Forzano il linguaggio per cogliere l'assurdità del mondo. Parodiano il teatro e il cantautorato stesso, distruggono in continuazione la propria vanità artistica. Sono mossi da un temperamento iconoclasta, ma sempre garbati. Gli spettacoli del Duo Bucolico affondano le proprie radici nella tradizione dei cantastorie, ma sono permeati di una sensibilità contemporanea. Nei loro brani l'ironia flirta con la malinconia, la comicità con lo spaesamento.

Centro Civico Mannelli - Ex cinema Spazio Esterno

 

MAGO CHICO – “Ombre nel deserto”
Mago ChicoQueste performance sono imperdibili. Prendete sei canzoni celebri, accompagnatele con le ombre realizzate a vista soltanto con le mani e con il corpo, condite con qualche elemento di magia che farà da antipasto ed ecco uno spettacolo leggero, divertente e gustoso. Musica e immagini scorrono come in una sequenza cinematografica, senza interruzioni, con un montaggio preciso e perfetto. E dopo le ombre ecco l'arte di manipolare la sabbia, arte antica, povera ed effimera che legava il proprio destino al soffio del vento. Grazie alle moderne tecnologie ecco che diviene molto spettacolare. Sopra un tavolo luminoso, l'artista modella la sabbia con le proprie mani, dando vita a disegni che si susseguono sotto gli occhi degli spettatori, tutto eseguito a tempo di musica. Una telecamera riprende immagini e gesti, e attraverso un video proiettore, propone in diretta un racconto surreale.

Ex cinema Spazio retrostante Esterno

 

MILLION DOLLAR MERCEDES BAND – “Balkan brass therapy”
Million Dollar Mercedes BandMillion Dollar Mercedes Band e' un quintetto internazionale residente a Madrid. I suoi componenti provengono da Spagna, Ungheria, Svizzera Italiana, Germania e Repubblica Ceca. Lo spettacolo e' uno show musicale intervallato da sketch di vario tipo che vedono protagonisti i nostri cinque eroi. Cinque fratelli, un padre misterioso, cinque nazionalità con una Missione: "Innamorare e Divertire il Mondo!" Discutono, questionano, scherzano, parlano... - ognuno nella propria lingua -, ma soprattutto suonano! Con il loro stile balcanico fondono l'est con l'ovest, il nord col sud, il sopra con il sotto....

Piazza della Repubblica, Piazza del Mercato

 

NAUFRAGHI INVERSI – “La Commedia: fra volgare e volgare” (dur. 15')
Naufraghi Inversi Un percorso tra i versi danteschi, recitati nella loro forma originale e tradotti in toscano colloquiale. La Divina Commedia, opera universale e patrimonio imperituro dell'umanità, nasce come commedia volgare, destinata ad un pubblico ampio e "di massa". Obiettivo della performance è quello di riportarne in vita la dimensione popolare, attraverso una doppia declamazione che riprende gli stilemi del teatro di piazza e degli antichi cantori."

Via delle processioni - parte alta

 

PEPINO E FEDELE – “The Jukes and the box”
Pepino e Fedele La Marching Band più Piccola del Mondo, i piazzisti della canzone, i rappresentanti della musica, i venditori di suoni. Eccolo il "juke" interattivo che vi propone un menu extra large di delizie musicali, canzoni gustose, sorrisi croccanti. Prezzi modici, per riempire il box, come da listino prezzi per canzone corta; canzonetta; canzone bella; canzone difficile… E poi, sicuramente, regaleranno al festival un loro nuovo inno.

Piazza della repubblica e Poggiame - Piazza Paolini

 

LUCA REGINA – “Recital”
Luca Regina Un clown dissacrante e rivoluzionario arriva in Italia direttamente dalla grande Madre Russia. Si chiama Igor Katastrofa. E' stato addestrato per prendersi gioco di arti millenarie come la magia, il fachirismo e l'equilibrismo. E' un comico oppure un'arma di distruzione di massa? Uno spettacolo divertente e irriverente, in grado di creare forti emozioni. Igor vi farà piangere dal ridere e infine ballare col suo rap ex- sovietico! Uno spettacolo in cui si uniscono le tecniche del clown, della magia comica, del fachirismo.

La Rocca (anfiteatro)

 

SCUOLA DI SCENOGRAFIA DELL'ACCADEMIA DI BELLE ARTI – “La bottega del Mascherero ”
Accademia di scenografia Un percorso visivo dove la maschera costituirà l'elemento di congiunzione tra le proposte elaborate, unificando giovani attori e giovani scenografi. Alle maschere il compito di caratterizzare i luoghi deputati e di illustrare i personaggi attraverso colorate e divertite caratterizzazioni dei personaggi. La Bottega del Mascherero, collocata a fine percorso, svelerà al pubblico le tecniche di realizzazione e le difficoltà da superare legate al loro impiego, siano le maschere di cartapesta, di cuoio o di altri materiali.

Poggiame - Via del Poggiame

 

SILVESTRO SENTIERO - “Il poeta estemporaneo”
Silvestro SentieroUno sguardo distaccato e ironico, un pensiero, poi con gesto rapido e calligrafia aguzza ognuno potrà ricevere la propria personalissima poesia da questo originale poeta estemporaneo.

Via Buozzi

 

STOPPINO – “O come…Arachide”
Stoppino In scena una sedia di legno e una piccola quinta nera. Stoppino, come un prolungamento vivente della scenografia, coglie in un gesto, un ritmo, uno sguardo il contatto diretto con il pubblico. Stoppino come quello delle candele o delle bombe si prepara piano piano ad esplodere da un momento all'altro. Un rotolo di scotch , una cassettina di cartone sono oggetti banali, quotidiani, ma nelle mani di Stoppino sfidano la gravità e diventano attrezzi di giocoleria casuale. Stoppino, in "O come… Arachide" presenta una successione di dimostrazioni patafisiche uniche e travolgenti. Poeta dell'invisibile riesce a stupire con cose semplici ma mai scontate.

Poggiame - Piazza del Silenzio

 

TEATRI 35 - “Per Grazia Ricevuta” (dur. 30')
Teatri 35 Impedibili questi tableaux vivants ispirati all'opera di Michelangelo Merisi da Caravaggio Morbidi drappeggi e muscoli tesi. Lame, frutti e odore d'incenso. Attori come attrezzisti, scenografi e modelli del pittore. Piume e pesi in sospensione. Il silenzio sacrale profanato dal ritmo della costruzione. Le tele si compongono sotto l'occhio dello spettatore coinvolto in un'esperienza mistica e sensoriale. Caravaggio si sente, si assapora, si tocca, si respira, si vede. Arrivare alla costruzione del quadro non è il fine; ciò che viene ricercata è una modalità di lavoro in cui il corpo è semplice strumento, un mezzo alla pari di una stoffa o di un cesto. Il singolo attore in scena compie azioni sonore, azioni inserite in una partitura musicale in cui ogni gesto è in funzione di una meccanica, di un ingranaggio in cui ciò che viene eseguito è strettamente necessario. Nulla è lasciato al caso così come nulla è superfluo. Un taglio di luce, come nei quadri di Caravaggio, è arrivato a noi "Per Grazia Ricevuta".

Piazza Dogali

TEATRO SCHABERNACK
“Le mani parlanti” (dur. 8')

Teatro Schabernack Minidrammi presentati "a mano" - si tratta di brevi dialoghi teatrali ispirati all'opera di Loriot, famoso comico tedesco per la prima volta presentato in italiano.

“Patata Strip Girl” (dur. 7')
Numero ironico ispirato al "varieté". Si tratta dello spogliarello di… una Patata, con tanto di musica da varietà , teatrino in miniatura, rullo di tamburo. Sorprendete, intrigante, divertente e quasi poetico…

Poggiame - Piazzetta Via degli Scudi

GIACOMO VERDE – “BIT incontra tutti”
Giacomo Verde Bit è un burattino virtuale animato attraverso un cyberglove (guanto provvisto di sensori) in grado di dialogare con il pubblico. Bit esiste ormai da 14 anni – ha fatto la guida alla Città della Scienza di Napoli, è apparso in TV a Italians Go Talent, ha lavorato in teatro. Adesso si è fatto costruire un teatrino smontabile e ha deciso di scendere in strada. Bit è sempre piccolo come un bambino, perché viene riprogrammato ogni 6 mesi. Sua mamma è la "scheda madre". E vive dentro al computer. Bit è curioso di sapere come funziona il mondo degli umani. Per questo chiede continuamente informazioni alla gente. Però capisce a modo suo e quindi dice spesso strafalcioni... che però svelano inconsueti lati del mondo degli umani.

Piazza Mazzini

VIENITELORACCONTO – “La spada nella roccia”
Vieniteloracconto Una fiaba teatrale dove il mondo fantastico delle giostre e dei tornei delle leggende della tavola rotonda, trova la naturale conclusione del percorso in un bosco magico dove alberi e piante hanno sembianze e caratteristiche umane, riprendendo così il tema della maschera. Uno spettacolo rivolto ai più piccoli, un progetto teatrale a cui la Scuola di Scenografia dell'Accademia di Belle Arti di Firenze garantisce l'accurata cornice scenografica e che giovani attori animano interagendo con il pubblico.

Poggiame - Terrazza dell'Asilo del Mancino

TORNA IN CIMA ALLA PAGINA
torna su